Bari_Bando voucher per tirocini extracurriculari presso le imprese del territorio

Un contributo a fondo perduto di 36mila euro per l'inserimento di studenti laureati tirocinanti nel mondo del lavoro. Lo mette a disposizione la Camera di Commercio di Bari, in partnership con l’Agenzia per il Placement dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, per rispondere all’esigenza di inserimento nelle imprese di risorse umane funzionali al rilancio produttivo.

«L’iniziativa tende a favorire l’integrazione delle competenze maturate dai potenziali tirocinanti nei percorsi di studio universitario attraverso una concreta esperienza lavorativa presso le imprese del territorio di competenza della Camera di Commercio di Bari», spiega la presidente dell’ente, Luciana Di Bisceglie. «L’ente camerale intende così proseguire il proprio ruolo attivo nella promozione e nel coinvolgimento delle imprese, contribuendo alla crescita del sistema economico locale e lo fa nell’ambito delle sue funzioni in materia di orientamento al lavoro, di supporto alle esigenze delle imprese nella ricerca di risorse umane, di collegamento scuola-università-lavoro, oltre che di formazione e di certificazione delle competenze».

I tirocinanti saranno selezionati e assegnati alle imprese individuate dalla Camera di Commercio di Bari.  Le agevolazioni saranno accordate alle imprese sotto forma di voucher, che avranno un importo unitario non superiore ad € 3.000,00. L’entità massima dell’agevolazione non può superare il 70% delle spese ammissibili. Ciascuna impresa potrà presentare una sola domanda per l’assegnazione di un tirocinante.  L’esperienza formativa avrà la durata di 6 mesi e sarà avviata tassativamente entro e non oltre il 03 giugno 2024, pena esclusione dalla graduatoria.

​Le richieste di voucher devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica con firma digitale, attraverso lo sportello on-line “Contributi alle imprese”, all'interno del sistema webtelemaco di Infocamere https://webtelemaco.infocamere.it a partire dalle ore 09:00 del 07.03.2024 fino alle ore 12:00 del 29.03.2024. (art. 11 del Bando)
Le istruzioni Web Telemaco per la compilazione e l'invio della domanda sono consultabili qui.

Modulistica, bando e altre informazioni sono disponibili sul sito della Camera di Commercio di Bari.

https://www.ba.camcom.it/info/bando-voucher-tirocini-extracurriculari-presso-imprese-anno-2024

 

 

 


Nata la Camera di Commercio di Brindisi e Taranto_Cesareo eletto presidente

NATA LA CAMERA DI COMMERCIO DI BRINDISI – TARANTO
VINCENZO CESAREO ELETTO PRESIDENTE ALLA PRIMA VOTAZIONE

Cesareo: «Claim della nuova Camera sarà la “contaminazione positiva”. Subito programma condiviso con i consiglieri»

Si è insediato nella Cittadella delle imprese di Taranto il Consiglio della Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Brindisi - Taranto ai sensi del Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 16 febbraio 2018. È nato, dunque, un nuovo soggetto giuridico derivante dall’accorpamento dei due Enti camerali di Brindisi e Taranto, giunto a conclusione con la composizione dell’Organo consiliare.

Nella seduta, presieduta dal Sig. Domenico D’Amico, Consigliere più anziano di età, il Consiglio, con 26  voti favorevoli ha eletto alla prima votazione il Presidente: è Vincenzo Cesareo  il primo a guidare la nuova Camera.

Nato a Genova nel 1961, Vincenzo Cesareo ha iniziato la propria attività imprenditoriale nel 1988 costituendo la Comes S.n.c., oggi Comes S.p.a. con sede a Taranto, Partner Elettrico Industriale Qualificato, al servizio di primari EPC e Gruppi industriali internazionali, operante nei settori Militare, Navale, Industriale, Oil & Gas, Energia, Infrastrutture e O&M. Amministratore unico di numerose imprese industriali, consigliere di amministrazione di Finindustria S.r.l. e del Consorzio SICAN – Servizi integrati di cantieristica navale Genova; presidente del Cda di Indotto ILVA S.c.a r.l.; presidente del consiglio direttivo del Consorzio SICAN – Servizi integrati di cantieristica navale Taranto  e del Consorzio Comes Group, oltreché presidente del consiglio di amministrazione di Agromed S.r.l. società benefit della Camera di commercio di Taranto; Cesareo è stato pure, fra le altre cose, vice Presidente di Confindustria Puglia, Presidente di Confindustria Taranto, consigliere e vice Presidente vicario della Camera di commercio di Taranto e Presidente di Assonautica Taranto. Attualmente è componente del Consiglio generale di Federmeccanica. Sposato, ha una figlia ed un figlio, è velista e runner appassionato.

«Grazie a quanti hanno scommesso su di me; a quanti, invece, oggi non hanno voluto votarmi prometto che mi impegnerò per meritarmi la loro fiducia - ha detto il neo - Presidente. Noi andiamo ad unificare due territori che hanno tante similitudini, ma anche tante diversità che vanno esaltate. Dobbiamo cogliere questa sfida come un’opportunità, diventiamo la seconda Camera di commercio di Puglia, operiamo sul Mar Ionio e sul Mare Adriatico, abbiamo due aeroporti. Il claim di questa Camera sarà “contaminazione”, ma non nell’accezione negativa che questi territori hanno sempre conosciuto, ma positiva: contaminazione fra territori, fra professioni, fra comparti, fra Istituzioni perché la Camera di commercio di Brindisi - Taranto diventi un luogo di confronto. Per questo, intendo condividere sin da subito con il Consiglio la bozza di programma, per iniziare a discutere con schiettezza sui temi. »

Il Segretario generale facente funzione e Conservatore del Registro Imprese della nuova Camera è Claudia Sanesi, già SG f.f. della Camera di commercio di Taranto e Commissario ad acta dell’accorpamento.
Il Commissario ad acta decade insieme ai Commissari Straordinari, on. Gianfranco Chiarelli e dott. Antonio D’Amore - quest’ultimo prosegue come consigliere del nuovo Ente - che hanno retto gli Enti dal 2021 ed hanno augurato buon lavoro ai nuovi amministratori.
Prossimi passi saranno l’elezione della Giunta nella successiva seduta consiliare e la nomina dei vice presidenti.

La Camera di commercio di Brindisi – Taranto ha sede legale a Taranto e sedi operative a Taranto e a Brindisi. Esercita le proprie competenze di legge su oltre 100.000 imprese ed è la seconda Camera pugliese in termini dimensionali dopo Bari. Al momento ha assunto nel nuovo logo istituzionale il segno grafico caratteristico del sistema camerale nazionale, a rappresentare il network delle Camere di commercio italiane. Il nuovo Consiglio camerale è composto da 33 componenti, incluso il Presidente, di cui 8 donne. Il più giovane consigliere, una donna, ha 35 anni.

All.
Composizione del Consiglio della Camera di commercio di Brindisi – Taranto 2024 - 2028
Foto
(scaricabili qui: https://we.tl/t-lwJwMgLYuV)

Vincenzo Cesareo

Italia.it il nuovo Hub Digitale del Turismo protagonista con ISNART alla fiera BTM di Bari.

Una piattaforma digitale in grado di far incontrare tutti i soggetti che partecipano allo sviluppo del turismo italiano, mettendo in diretta connessione le componenti di domanda e di offerta per accrescere l’attrattività del nostro Paese. È questo l’obiettivo primario del nuovo hub digitale del turismo nazionale, italia.it, frutto di un ambizioso progetto promosso dal Ministero del Turismo in collaborazione con Unioncamere, finanziato nel quadro degli investimenti previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Un’iniziativa che intende connettere l’ecosistema turistico italiano dando forma ad un unico luogo digitale che funga da casa comune per gli operatori turistici attivi sui territori, i potenziali visitatori e le istituzioni, che Unioncamere in collaborazione con ISNART e Unioncamere Puglia ha voluto promuovere nel corso della BTM - Business Tourism Management, la manifestazione dedicata al turismo più importante del Mezzogiorno chiusasi oggi alla Fiera del Levante di Bari, tappa di un percorso di promozione che sta coinvolgendo tutto il Paese.

ISNART, presente in fiera con un proprio spazio espositivo, ha contribuito alla promozione del progetto sensibilizzando le imprese turistiche ad accreditarsi sulla piattaforma e attivando un counseling mirato alla presentazione dei servizi e dei benefici offerti dall’hub digitale agli imprenditori del settore ricettivo. Grazie agli esperti di ISNART e al supporto dei due promoter territoriali, gli operatori locali hanno potuto apprendere i benefici legati alla registrazione all’hub del turismo italiano, quali la possibilità di esporre la propria offerta turistica in un’area dedicata del portale italia.it, beneficiando della forza promozionale delle campagne di comunicazione domestiche e internazionali - Italia, Open to Meraviglia - che sono già in corso e che verranno rafforzate entro il prossimo mese di marzo a partire dalla promozione permanente di italia.it in tutti i più grandi aeroporti internazionali (UE ed extra UE). Servizi totalmente gratuiti a disposizione delle imprese che possono beneficiare inoltre del titolo preferenziale nell’ambito dei bandi indetti dal Ministero del Turismo per lo sviluppo del comparto turistico nazionale e potranno usufruire di servizi dedicati come dashboard di dati del settore aggiornati e di facile consultazione, formazione dedicata e altri servizi per migliorare il loro posizionamento sul mercato.

Temi che nel contesto della BTM sono stati discussi e approfonditi nel corso dell’incontro “Il mercato turistico al centro. Dalle esigenze della domanda alle strategie per l’offerta” promosso nel pomeriggio di ieri dal Ministero del Turismo, Unioncamere Puglia e ISNART. Un momento di riflessione introdotto e coordinato da Alessandra Arcese, Coordinatrice Area Qualificazione Imprese e Territori di ISNART, che ha visto gli interventi di Gianfranco Lopane, Assessore al Turismo, Sviluppo e Impresa Turistica della Regione Puglia, di Mario Vadrucci, Vice Presidente dell’Unione Italiana delle Camere di Commercio e di Luigi Triggiani, Segretario Generale Unioncamere Puglia.

Da una indagine sui turisti condotta nell’estate 2023, realizzata dall’Osservatorio sull’economia del turismo delle Camere di commercio, è emerso che le motivazioni di viaggio prevalenti, nella nostra regione, sono la ricerca di svago e relax nelle nostre località balneari seguita dal gradimento per la ricchezza del patrimonio culturale e la bellezza della natura. Una destinazione che offre molteplici offerte, oltre quella balneare, che i nostri turisti apprezzano anche per i costi, che si traducono in spese per il viaggio e l’alloggio inferiori alla media nazionale”, ha dichiarato Luigi Triggiani, Segretario Generale Unioncamere Puglia.

Grazie ad un monte di 98 milioni di euro stanziati a partire dal 2020, quando eravamo in piena pandemia, il Sistema camerale ha potuto supportare le imprese turistiche italiane per interventi, anche economici, verso la ripresa e la crescita. Con questi supporti concreti il Sistema camerale nazionale sta confermando il proprio ruolo strategico a sostegno dell’imprenditoria e, quindi, del sistema turistico del nostro Paese con attenzione dedicata ai singoli territori. Uno sforzo finalizzato alla promozione di progettualità, iniziative di valorizzazione dei territori e al potenziamento della qualità della filiera turistica che Unioncamere conduce in ottica di partenariato con i soggetti istituzionali - Ministero del Turismo, di cui siamo partner per la promozione del Tourism Digital Hub, ENIT e Regioni - mettendo a disposizione di questi stakeholder la propria ‘cassetta degli attrezzi’ composta da nuovi strumenti capaci di effettuare analisi basate sull’intelligenza artificiale – come la piattaforma Stendhal - a cui si aggiunge la competenza per una corretta analisi e interpretazione dei dati e dei fenomeni turistici”, ha aggiunto Mario Vadrucci, Vice Presidente dell’Unione Italiana delle Camere di Commercio.

Ufficio stampa ISNART

[email protected]

 

Luigi Triggiani, segretario generale di Unioncamere Puglia


BTM: il caso ristorazione Puglia, secondo Unioncamere Puglia

Mismatch fra domanda e offerta di lavoro: il caso-ristorazione in Puglia. Focus a cura di Unioncamere Puglia, sullo scenario della ristorazione in Puglia, oggi  alla Btm, in corso alla Fiera del Levante. Il project manager di Unioncamere Puglia, Cosmo Albertini, è intervenuto all'incontro dal titolo:

IL FUTURO?...era ieri

condividendo dati sul comparto, che cresce, fra luci e ombre, un universo di 22.764 imprese, 100.478 addetti (ATECO 56)

Entrambi i dati sono in netto aumento rispetto a 10 anni fa (2012): 3.395 imprese in più, 27.971 addetti in più. Evidenziati inoltre i settori più rappresentativi e loro evoluzione a 10 anni, la diffusione territoriale, la dimensione d’impresa, con il suo modello a piramide e la natura societaria Vs 2012:  imprese individuali e società di persone flettono (-172 e -728), mentre società di capitali aumentano (+4.126).

In conlusione Albertini si è soffermato sui risultati del talent day «Io lavoro in Puglia» del 3 aprile 2023
• Cinque eventi gemelli in contemporanea a Bari, Brindisi, Foggia, Lecce, e
Taranto
• Parte convegnistica e stanze di orientamento per gli studenti (contratto,
videocurriculum, ristorazione di qualità, ecc.)
• Ma soprattutto, incontri B2B fra studenti degli ultimi due anni degli alberghieri
di Puglia e imprenditori della ristorazione

Leggi di più nel suo intervento: Mismatch fra domanda e offerta di lavoro - Il caso-ristorazione in Puglia - Cosmo Albertini

 


Consultazione pubblica sulla Strategia europea di sicurezza economica

Unioncamere Puglia – partner della rete EEN – promuove la consultazione pubblica rivolta alle autorità pubbliche, alla società civile, alle imprese e al mondo accademico sulle opzioni illustrate nel  LIBRO BIANCO avviata dalla Commissione Europea nell'ambito della Strategia europea di sicurezza economica, per rafforzare il sostegno alle attività di ricerca e sviluppo che riguardano tecnologie potenzialmente a duplice uso. Scadenza 30 aprile 2024.

Il 24 gennaio 2024 la Commissione europea ha difatti adottato un pacchetto di iniziative su commercio, investimenti e ricerca, nell’ambito dell’attuazione della strategia europea di sicurezza economica del 20 giugno 2023, finalizzata a ridurre al minimo i rischi per la sicurezza economica dell’Unione europea, in un contesto di crescenti tensioni geopolitiche e di forte accelerazione dei cambiamenti tecnologici, cercando di preservare, nel contempo, i massimi livelli di apertura e dinamismo economici.

Quadro legislativo attuale

Rigorosa separazione tra attività di R&S civili e di difesa:

- Horizon Europe si concentra esclusivamente sulle applicazioni civili.

- Il Fondo europeo per la difesa si concentra esclusivamente sulle applicazioni per la difesa.

Sfida importante: mancanza di una definizione comune di "doppio uso" nel contesto del sostegno alla R&S a livello internazionale o dell'UE. Il Libro Bianco invita i partecipanti a condividere le loro opinioni sugli elementi costitutivi di tale definizione.

Possibili opzioni per il futuro

Opzione  1:         Fare progressi sulla base dell'attuale assetto.

Opzione  2:         Eliminare l'attenzione esclusiva per le applicazioni civili in parti selezionate del programma che farà seguito a Horizon Europe.

Opzione 3:          Creare uno strumento dedicato che riguardi specificatamente la R&S con potenziale di duplice uso.

Partecipa compilando il modulo CONSULTAZIONE PUBBLICA_R&D on dual-use technologies_options for support_(1)

Puoi inviare il tuo contributo cliccando QUI  avendo cura di rinviare la presente scheda a [email protected] entro il 30 aprile 2024


Webinar 28 marzo_La chimica nascosta nei prodotti: il regolamento REACH e la Plastica

Unioncamere Puglia – partner della rete Enterprise Europe Network, in collaborazione con le Camere di Commercio pugliesi e il Laboratorio Chimico Camera di Commercio Torino, organizza un evento dedicato al regolamento REACH.

Il webinar si svolgerà giovedì 28 marzo 2024 dalle 9:30 alle 12:30

Il focus ha l’obiettivo di presentare gli aspetti più rilevanti della normativa REACH, al fine di descrivere gli obblighi e le responsabilità per chi produce, immette sul mercato e commercializza le sostanze chimiche che ricadono nell'ambito di applicazione di tale norma.

Programma

9:30  Apertura dei lavori e saluti istituzionali

Salvatore Capozzolo, Laboratorio Chimico Camera di commercio Torino

          Lukas Pichler, Camera di commercio di Bolzano

9:45  Il ruolo del Ministero delle Imprese e del Made in Italy
          Francesco Virtuani, Ministero delle Imprese e del Made in Italy

10:00 Inquadramento e stato dell’arte
           Francesco Gregorini, Fabrizio Demattè

10:30 Il Regolamento REACH: focus sulle restrizioni riguardanti la plastica

           Luigia Scimonelli, Ministero della Salute

11:00  L’esperienza dell’Helpdesk nazionale REACH

           Francesca Carfì, Sabrina Moro Iacopini, ENEA

11:30  La responsabilità delle imprese

Giovanna Landi, Studio Legale Landlex

12:00  L’esperienza aziendale

 Christine Eschgfeller, Eschgfeller snc

12:15  Q&A e conclusioni

 

Note Organizzative:

La partecipazione al webinar tramite la piattaforma Microsoft Teams, è gratuita previa iscrizione al seguente link entro il 27 marzo 2024: http://lab-to.camcom.it/moduli/181/Focus-nazionale-la-chimica-nascosta-nei-prodotti/

Locandina La Chimica nascosta nei prodotti 28.03.2024 UP


Utilizzo dei sottoprodotti nella simbiosi industriale: il 27.02 la conferenza stampa dell'assessora Maraschio sulle nuove linee guida regionali

Martedì 27 febbraio, alle ore 11.00, presso la sala Giunta della Camera di Commercio di Bari, è convocata una conferenza stampa per evidenziare le linee guida per l’utilizzo dei sottoprodotti nella simbiosi industriale nella Regione Puglia. Un provvedimento con cui si consente alle imprese che producono scarti nel loro processo produttivo, a fare in modo che tali scarti non diventino rifiuti ma materiali riutilizzabili e quindi nuove risorse.

Saranno presenti l’assessora all’ambiente della Regione Puglia, Anna Grazia Maraschio, la presidente di Unioncamere Puglia, Luciana Di Bisceglie, e il presidente dell’Albo Gestori Ambientali Puglia, Natale Mariella. I giornalisti sono invitati a partecipare.


La presidente Di Bisceglie il 29/02 in FdL all'incontro sul Tourism Digital Hub

La presidente di Unioncamere Puglia, Luciana Di Bisceglie, interverrà giovedì 29 febbraio, alle 17,00, in Fiera del Levante (Sala Play Hall) nell’ambito della Business Tourism Management | Evento internazionale sul turismo, all’incontro “Il mercato turistico al centro. Dalle esigenze della domanda alle strategie per l’offerta.

L’iniziativa si inserisce nella campagna di promozione nazionale di italia.it, il Tourism Digital Hub che vede la collaborazione di Unioncamere con il ministero del Turismo.

Si tratta di un grande portale per far conoscere le diverse mete turistiche nel nostro Paese, offrendo anche un calendario di eventi aggiornato sulle attività che si svolgono nelle varie località, anche riguardo all’offerta culturale ed eno-gastronomica.

Sull’Hub digitale del turismo italiano, le imprese possono accreditarsi in un’area riservata e trovare così servizi formativi e di aggiornamento professionale, dati statistici di facile lettura per monitorare il proprio posizionamento competitivo e notizie approfondite sui bandi e le incentivazioni del Ministero.

Ad operare sui territori per far conoscere le opportunità offerte dalla piattaforma sono le Camere di commercio che, insieme alle associazioni di categoria, stanno realizzando iniziative dirette a supportare le azioni per l’arricchimento quanti-qualitativo dei contenuti della piattaforma Tourism Digital Hub, consentendo così il collegamento dell’intero ecosistema turistico italiano.

Consulta il programma: 29 02 24_Programma BTM

Consulta il programma della BTM. Programma - PLAY HALL (9)

 


Il Sismografo_L’economia in Puglia nel 2023: aumentano imprese e addetti

L’economia in Puglia nel 2023: aumentano imprese e addetti. Bene turismo, costruzioni, servizi a imprese e persone. Soffrono agricoltura e commercio.

La Presidente di Unioncamere, Luciana Di Bisceglie: «Il nostro tasso di crescita è il migliore al Sud, dopo la Campania. Abbiamo 3.154 nuove imprese, ma soprattutto oltre 24mila posti di lavoro in più».  

Dimensione aziendale e natura societaria sono fattori di successo, il contesto demografico pugliese un punto critico. Rallentano i traffici internazionali, ma volano Germania, USA e Francia.

Un anno interlocutorio. Così gli analisti economici hanno definito, unanimemente, il 2023 appena trascorso. Ma nel generalizzato rallentamento dei consumi globali, dei commerci, degli ordinativi e degli investimenti, come ha reagito la Puglia? A offrire un quadro dettagliato è il 21° Sismografo realizzato dall’Ufficio Studi di Unioncamere Puglia.
L’economia regionale nel 2023 ha fatto segnare andamenti positivi nella natimortalità aziendale. Il saldo fra le iscrizioni e le “cessazioni non d’ufficio” in Puglia è stato infatti di +3.154 imprese, con un tasso di crescita di +0.82%, il migliore del Sud Italia dopo la Campania (+1,04%). Anche a seguito di questo andamento, lo stock di imprese della regione al 31 dicembre 2023 si è posizionato su 380.488 aziende registrate.
«Un segnale molto incoraggiante – afferma Luciana Di Bisceglie, presidente di Unioncamere Puglia – viene dall’occupazione, che a fine anno ha fatto segnare 1.058.896 addetti, con un incremento di 24.591 posizioni lavorative rispetto al 2022 (+2,3%). I dati occupazionali pugliesi, quindi, ricalcano l’andamento espansivo italiano, seppure con differenze settoriali».
La dimensione aziendale e la natura societaria influiscono sul dinamismo delle imprese. «C’è un vorticoso aumento delle società di capitale, ben 4mila in più, – commenta Luigi Triggiani, Segretario Generale di Unioncamere Puglia - mentre società di persone e le imprese individuali calano. Stessa sorte per le microimprese con meno di cinque dipendenti, diecimila in meno in un anno».
Lo studio affronta anche le conseguenze della demografia sull’economia regionale. Al 1° gennaio 2023 in Puglia risiedevano 4.052.566 persone, oltre 144mila in meno del 2011 (-3,5%). «La Puglia è una regione sempre meno popolosa e più anziana - prosegue la presidente Di Bisceglie - con ultrasessantacinquenni che sono quasi il doppio dei bambini. Ciò riduce l’ampiezza del bacino di mercato, ma anche la disponibilità di forza lavoro qualificata, impattando sia sulla domanda, sia sull’offerta espressa dalle imprese».
Riguardo l’export, in linea con l’Italia e le economie del G7, anche per la Puglia il 2023 è stato un anno di contrazione dei traffici internazionali per valore. Fino al 30 settembre 2023 la Puglia ha esportato merce per un controvalore inferiore di 27 milioni di euro a quello del medesimo periodo del 2022. «Ѐ una dinamica - spiega il Segretario Generale Triggiani - dovuta soprattutto allo sgonfiarsi dell’inflazione e anche ad una minore domanda globale di beni. Sono però ottimi i numeri di Germania (primo partner commerciale della Puglia, con oltre un miliardo e 200mila euro di merce esportata, Stati Uniti e Francia. Bene anche Turchia e Regno Unito». A livello di internazionalizzazione dei comparti, sorprendente il colpo di coda del lapideo (+224milioni) e dell’industria alimentare e delle bevande (+147mln e 50mila tonnellate di merce in più). Molto positivi anche automotive (+82mln) e meccanica (+76mln).
In sintesi, nel 2023 l'economia pugliese nel complesso è cresciuta, ma con un'intensità contenuta, in un quadro però di complessivo rallentamento rispetto al 2022.

NATIMORTALITA’ E ADDETTI PER SETTORE IN BREVE (In allegato lo studio completo).

Il turismo pugliese mostra vitalità, con un considerevole aumento del numero dei dipendenti in tutti i sub-settori (alloggio, ristorazione, agenzie viaggi). Stesso andamento per le industrie culturali e dell’intrattenimento.

I “servizi all’impresa” e “alla persona” continuano a mostrare segnali molto positivi sia per dipendenti che per incremento del numero di aziende.

Le costruzioni rimangono un settore con indicatori vivaci nonostante l’esaurimento dei bonus. In particolare, presentano risultati nettamente espansivi i lavori di costruzione specializzati: idraulici, muratori, serramentisti aumentano sia come consistenze che come addetti.

La manifattura presenta uno scenario piuttosto uniforme: debole ma generalizzata contrazione del numero di aziende, però con aumento dei dipendenti. Negativa la performance dei settori più maturi (moda, metallurgia, legno arredo).

Il food vede una situazione con luci ed ombre. Se la pesca/acquacoltura e l’industria delle bevande mantengono sostanzialmente le proprie posizioni, sono le industrie alimentari a mostrare gli indicatori più incoraggianti.

In agricoltura continua il consueto seppur lento fenomeno di concentrazione delle imprese e delle superfici utilizzate, con una diminuzione delle aziende e degli addetti.

Il commercio mostra segnali preoccupanti sulle consistenze ma assume, e anche tanto, virando soprattutto verso l’ingrosso in termini di domanda di lavoro.

La logistica, molto dinamica nel corso della pandemia per il boom dell’e-commerce e per l’aumento della domanda, appare un settore in difficoltà, con un calo delle aziende e dei dipendenti.

 

Scarica qui lo studio completo: 21. Economia pugliese nel 2023-1

Direzione e coordinamento: Luigi Triggiani

Redazione analisi economiche: Cosmo Albertini

Per gli altri numeri della collana: www.unioncamerepuglia.it

La presidente di Unioncamere Puglia, Luciana Di Bisceglie.

 


Turismo, sostenibilità, accessibilità: 15 febbraio workshop a Bari

Giovedì 15 febbraio, dalle ore 9:30, presso la Camera di Commercio di Bari si terrà il workshop "La sostenibilità e l'accessibilità delle imprese turistiche e della destinazione Marine di Puglia".

L'appuntamento è pensato per stakeholder e imprese del territorio, per lavorare insieme su un’offerta turistica integrata, accessibile e sostenibile al fine di stabilire un vantaggio competitivo della destinazione, garantire una migliore esperienza di turismo e costruire una cultura turistica della destinazione, anche in termini di impatto sulla comunità locale. Il workshop si svolge nell’ambito dei fondi di perequazione 2021/2022 – in coerenza con le linee programmatiche sul Turismo dei Fondi 2019/2020” – ed è frutto della collaborazione fra Unioncamere Puglia e le cinque camere di commercio pugliesi, con il supporto tecnico di Isnart.

L'incontro si aprirà con i saluti istituzionali della presidente della Camera di Commercio di Bari ed UnionCamere Puglia Luciana Di Bisceglie e dell'assessore al Turismo della Regione Puglia, Gianfranco Lopane, proseguirà con testimonianze delle imprese e interventi di Isnart durante i quali sarà presentato un percorso on line, gratuito e dedicato alle imprese, di «capacity building» sui temi della sostenibilità e dell’accessibilità nel turismo. Nica Mastronardi di PugliaPromozione e Valentina Romano, dirigente del dipartimento Welfare della Regione Puglia illustreranno l'iniziativa "L'ospitalità senza barriere”, il bando regionale per progetti di rete di comunità ospitali per il turismo accessibile che consente l'invio di candidature entro il 29 febbraio p.v.

Per partecipare al workshop è necessario iscriversi al seguente link:https://forms.gle/YLagdfwVxW1g6aUp6 

 

Scarica il programma LOCANDINA 15 feb 24_ 2