Moda: evento virtuale di brokeraggio 26-30 aprile

Unioncamere Puglia nell’ambito delle attività della Rete Enterprise Europe Network organizza il primo evento in assoluto dedicato alle catene di approvvigionamento nel business della moda, dalla logistica, alla produzione e al tracciamento dei tessuti. L'evento prevede l'organizzazione di workshop, conferenze, discussioni e incontri b2b virtuali internazionali, che si terranno dal 26 al 30 aprile 2021. Fashion Match Supply si concentra sui giovani imprenditori della moda internazionale, dei fornitori e della logistica.
Possono partecipare: fashion designers/stylist, brand emergenti, aziende manifatturiere (capi finiti, semilavorati e accessori), retailer, distributori, importatori e agenti, fashion stores e piattaforme di e-commerce, fornitori di tessuti, società di logistica specializzate, agenzie di pubbliche relazioni, consulenti strategici e di marketing specializzati, università e istituti di ricerca in cerca di partner manifatturieri.
Le finalità degli incontri b2b sono di favorire il contatto tra partner, fornitori e clienti, scoprire nuovi prodotti e servizi, sviluppare nuovi progetti, conoscere i nuovi trend di mercato. La partecipazione è gratuita.
Per iscriversi al B2B virtuale è necessario registrarsi entro il 23 aprile e compilare un profilo in inglese accedendo direttamente al portale di Fashion Match Supply 2021 attraverso il seguente link: https://fashion-match-supply-2021.b2match.io/
La lingua di lavoro è l'inglese ed è possibile partecipare dal proprio pc tramite browser o su un dispositivo mobile scaricando la app.
Durante la registrazione indicare UNIONCAMERE PUGLIA come “support office”.
La descrizione del proprio profilo è determinante per attrarre l’interesse delle aziende. Maggiori saranno le informazioni, più dettagliata l’offerta e più completi i campi di cooperazione, più numerose saranno le richieste di appuntamento. Sara’ quindi possibile verificare i profili di tutte le aziende iscritte al b2b, contattarle e chiedere informazioni e approfondimenti per programmare gli appuntamenti.
I b2b della rete EEN sono mirati e puntuali, gli incontri si tengono unicamente se entrambi i soggetti manifestano la reciproca volontà a partecipare ai meeting.
Al fine di trovare il giusto partner commerciale è estremamente importante la sezione Marketplace. Aggiungendo tutte le informazioni su prodotti e/o servizi nella sezione, aumenta esponenzialmente la possibilità di far incontrare domanda ed offerta.

Gli incontri hanno luogo sulla piattaforma online e si terranno  unicamente in inglese.

Le aziende registrate potranno richiedere incontri subito dopo l'iscrizione, consultando il catalogo online dalla piattaforma e selezionando i partner internazionali più interessanti per il proprio business. La richiesta di incontri e l'accettazione di eventuali richieste è in capo a ciascuna azienda.


Per informazioni
Unioncamere Puglia – Enterprise Europe Network
[email protected]


Aviation, Railway and Automotive Industry: evento virtuale dal 27 al 28 aprile

Unioncamere Puglia, in qualità di partner della rete Enterprise Europe Network (EEN), promuove la partecipazione delle imprese pugliesi al Virtual International Networking Event for Aviation, Railway and Automotive Industry che sarà organizzato dal 27 al 28 aprile 2021 dalla Camera dell'Industria di Eskişehir (Turchia), in collaborazione con la Camera di Commercio di Barcellona (Spagna) e la Camera di Commercio Auvergne-Rhône-Alpes (Francia).

Di seguito è indicato il link al sito: https://eci-networking2021.b2match.io/

Questo evento potrà dare alle PMI, cluster, investitori, istituzioni pubbliche e associazioni operanti nei settori dell'industria aeronautica, ferroviaria e automobilistica un'opportunità per stabilire, tramite incontri btob programmati, partnership commerciali e tecnologiche, promuovere il proprio prodotto, estendere la propria rete aziendale internazionale e incontrare nuova tecnologie.

I settori interessati sono:

  • Industria aeronautica

Produzione di parti di motori, parti strutturali, formatura di lamiere, produzione di utensili e maschere, tornitura di precisione, cavi e cablaggi, processi speciali, trattamento superficiale, assemblaggio, integrazione, ecc.

  • Industria ferroviaria

Produzione di locomotive, carri e componenti, cabine, carrelli, motori diesel, produzione di sistemi frenanti, soluzioni di segnalamento, sistemi di alimentazione e cablaggi, microfusioni, lavorazioni meccaniche di precisione, assemblaggio, verniciatura, rivestimento, ecc

  • Industria dei fornitori automobilistici

Produzione di autocarri, veicoli commerciali leggeri, gruppi motopropulsori, parti di motori e motori, corpi di alberi, veicoli antincendio, veicoli di soccorso, martinetti per sollevamento auto, sistemi di bloccaggio delle porte dei veicoli, rimorchi, vassoi, sistemi di sedili, cerchioni, cabine operatore, telaio, semiasse, albero del cambio posteriore e parti di automobili, ecc.

Gli incontri B2B sono pianificati online dalle 10:00 alle 18:00 a partire dal 27 aprile fino al 28 aprile 2021 e avranno la durata di 20 minuti ciascuno, secondo la disponibilità, gli interessi e gli obiettivi di ogni partecipante.

La partecipazione all'evento è gratuita.

Come partecipare 

Le aziende interessate devono registrarsi sul sito https://eci-networking2021.b2match.io/ e compilare i loro profili, scegliendo almeno un elemento dal "Marketplace Opportunities", al fine di permettere ai partecipanti di trovare partner adatti.

Il termine ultimo per aderire è il 26 aprile 2021.

Per informazioni

Unioncamere Puglia – Enterprise Europe Network

[email protected]


Pandemia e risorse UE: il 36,8% delle imprese pugliesi vuole utilizzarli ma chiedono semplificazione_indagine Sisprint

Un’impresa su tre ha intenzione di utilizzare i finanziamenti europei e i fondi comunitari. Ma per avvalersi di queste risorse chiede soprattutto una netta semplificazione delle procedure amministrative, l’utilizzo di un linguaggio semplice nei bandi e nella modulistica e un servizio di assistenza tecnica. A mostrarlo è l’indagine effettuata da SiCamera e InfoCamere su oltre 32mila imprese nell’ambito del progetto Sisprint (Sistema integrato di supporto alla progettazione degli interventi territoriali), condotto da Unioncamere e dall’Agenzia per la Coesione territoriale e finanziato dal PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020.

Il 6,9% delle imprese pugliesi ha utilizzato finanziamenti europei e fondi strutturali dal 2014 al 2020. La media italiana è del 3,6%. Il 76,9% di queste risorse deriva da fondi Regionali (POR), il 19,5% da fondi nazionali (PON) e il 15,7% da fondi europei.

La pandemia e la discussione intorno alle nuove risorse europee potrebbero essere all’origine della rinnovata attenzione delle imprese italiane all’utilizzo dei finanziamenti della Ue.

Il 36,8% delle imprese pugliesi ha dichiarato l’intenzione di voler utilizzare in futuro i finanziamenti europei e/o i fondi strutturali.

Ma un’impresa su due in Italia lamenta la difficoltà nella redazione e presentazione delle domande, oltre un quarto sottolinea l’eccessiva distanza di tempo tra richieste ed assistenza e la modesta rispondenza degli strumenti alle esigenze delle imprese. Quote minori di imprese indicano tra le criticità soprattutto il fatto che i settori dei bandi non sono attinenti alle attività dell’impresa (17,8%), la contenuta assistenza da parte delle amministrazioni responsabili dei bandi (14%), le dimensioni imprenditoriali troppo limitate (13,6%), la scarsa chiarezza degli istituti di credito (13,2%) e le difficoltà legate all’obbligo di presentare garanzie e/o fidejussioni (10,9%).

Per ovviare a queste problematiche, per oltre la metà delle imprese intervistate sarebbe indispensabile una semplificazione delle procedure amministrative, l’utilizzo di un linguaggio semplice nei bandi e nella modulistica (33,9%), l’assistenza tecnica per l’accesso ai bandi e in itinere (19,9%), una documentazione amministrativa standard (13,6%), una comunicazione maggiormente mirata a target specifici (13%), un’informazione più approfondita sulla tempistica di avvio dei bandi (12,6%) e tempi certi per la pubblicazione degli avvisi, la valutazione del progetto e i pagamenti (8,5%).

Alla sfida del nuovo settennato di programmazione comunitaria, comunque, le imprese italiane si presentano relativamente preparate. L’indagine effettuata nell’ambito di Sisprint mostra infatti che il 24,6% delle imprese è a conoscenza della politica di coesione territoriale dell’Unione europea, con la Basilicata tra le regioni più informate (35,4%), seguita dalla Campania e dalla Sardegna.

Il 22,1% delle imprese manifatturiere conosce invece il Piano nazionale Transizione 4.0 (con quote più elevate a Bolzano, in Lombardia, Trento e Basilicata). Nel dettaglio, il 21,9% delle imprese manifatturiere ha già adottato tecnologie 4.0, puntando soprattutto sul digital marketing (5,7%), sulle tecnologie per la simulazione tra macchine interconnesse finalizzata all’ottimizzazione dei processi (5,2%), sui robot collaborativi interconnessi (5%), sulle stampanti 3D (3,9%) e sul big data analitics (3,7%).

Per quanto concerne la Smart Specialization Strategy (S3 o RIS3), infine, le imprese che ne sono a conoscenza si attestano al 5,4%, con una percentuale più consistente in Basilicata, Molise, Provincia autonoma di Bolzano e Sardegna.

Puglia_SprintReportSisprint_incentivi_CS Puglia rev

Puglia_Sprint

 


Future of building 2021 Vienna_ 23 marzo 2021

Unioncamere Puglia, in qualità di partner della rete Enterprise Europe Network (EEN), promuove la partecipazione delle imprese pugliesi all'evento b2b virtuale Future of building 2021, dedicato al settore delle costruzioni, con particolare focus sulle soluzioni innovative e sostenibili.

L’evento è una grande opportunità per discutere sugli ultimi sviluppi del settore costruzioni, sulle ultime tecnologie e materiali, su nuove idee progettuali e per trovare nuovi partner.

Gli incontri b2b si svolgeranno il 23 marzo 2021 in modalità virtuale tramite la piattaforma dedicata, e sono rivolti a imprese, università, centri di ricerca e a tutti gli operatori del settore interessati a confrontarsi su questi temi a livello internazionale.

L’evento offre anche la possibilità di partecipare ad una conferenza online, che verrà trasmessa da Vienna, considerata una best practice tra le città per le soluzioni smart city.

La partecipazione è online e gratuita.

E’ necessario:

  • registrarsientro il 22 marzo 2021 sul sito dedicato all'evento  cliccando sul seguente link https://fob2021.b2match.io  (pulsante verde “Register now”);
  • compilare in inglese il proprio profilo (organisation description + almeno una voce della sezione Marketplace, in cui specificare cosa si cerca e/o si offre);
  • una volta convalidati, dalla propria area riservata (login con email e password creata per la registrazione) si possono sia richiedere che ricevere richieste di appuntamenti, definendo l'orario in base agli slot di disponibilità comuni;
  • gli incontri avverranno online, sempre tramite la piattaforma b2match, secondo l'agenda prestabilita. Non serve nessuno strumento extra se non webcam e microfono del proprio pc o dispositivo.

La piattaforma è in lingua inglese. Ogni colloquio avviene invece nella lingua di volta in volta preferita dai partecipanti. Maggiori dettagli sul sito dedicato all’evento: https://fob2021.b2match.io

Per informazioni

Unioncamere Puglia – EEN

[email protected]

 

Circolare Future of building 2021


Assistenza per l’etichettatura e la sicurezza dei prodotti si estende al commercio internazionale e alla cosmetica

Cosmetica e ampliamento dell’assistenza al commercio internazionale. Un passo in più per il Portale nazionale Etichettatura e Sicurezza Prodotti www.portale-etichettatura.lab-to.camcom.it della Camera di commercio di Torino e del suo Laboratorio Chimico.

Ne potranno beneficiare anche le PMI pugliesi grazie all’accordo sviluppato con Unioncamere Puglia, nell’ambito delle attività della Rete Enterprise Europe Network e in collaborazione con le Camere di Commercio della regione. Le aziende che hanno sede legale in Puglia potranno usufruire di due quesiti gratuiti fino a esaurimento delle risorse disponibili per tale servizio.

Il Portale porta esempi di etichette di prodotti italiani, riferimenti normativi in materia di sicurezza ed etichettatura alimentare e non alimentare, numerose FAQ, riferimenti all’etichettatura energetica e alla marcatura CE e informazioni a corredo dei prodotti ricadenti nell’ambito del Codice del consumo e sulle indicazioni metrologiche da riportare sui prodotti pre-imballati.

I nuovi servizi vanno ad aggiungersi a quelli già offerti. Ad oggi più di 30 enti e istituzioni camerali mettono a disposizione delle proprie imprese contenuti personalizzati, come schede di prodotti tipici, o più rappresentativi.

Dopo aver acquisito, lo scorso anno, la collaborazione tecnica di Dintec che garantisce informazioni tecniche sul settore della cosmetica e dell’etichettatura dei prodotti di largo consumo non alimentari, da oggi, grazie al contributo tecnico di Ceipiemonte, viene offerta assistenza personalizzata sui temi fiscali, legali e doganali del commercio internazionale. Dintec e Ceipiemonte assicurano una task force di esperti e di competenze più ampie, a servizio del sistema camerale e delle imprese.

«Unioncamere Puglia opera, nell’ambito del Portale, sulla base di un flusso operativo personalizzato, che consente di monitorare i quesiti in tutti i passaggi, rispondere se la tematica può essere evasa direttamente oppure richiedere l’intervento della task force di esperti coordinata dal Laboratorio Chimico della Camera di commercio di Torino» chiarisce Luigi Triggiani, segretario generale dell’Ente. «Di fatto si amplia la gamma dei servizi offerti alle imprese in un momento storico così complesso».

Per accedere al Portale Etichettatura e Sicurezza Prodotti, le imprese devono effettuare una registrazione gratuita, che consente l’accesso a un’area riservata per inserire il quesito specifico. Le risposte verranno inserite direttamente sul Portale, in modo che le aziende possano accedere e consultare agevolmente lo storico dei quesiti.

I contenuti del Portale sono accessibili a tutti, compresi i consumatori.

 


Lecce: al via Eccellenze in digitale

Al via gli appuntamenti di "Eccellenze in Digitale", percorso di formazione gratuita per imprese e lavoratori finalizzato a migliorare le competenze digitali a sostegno delle imprese.
"Eccellenze in Digitale" è un programma di Unioncamere, supportato da Google.org, attuato tramite la Camera di Commercio di Lecce ed il PID - Punto impresa digitale, dedicato ai lavoratori, imprenditori, dipendenti, collaboratori e tirocinanti.
Il primo webinar si terrà domani, giovedì 11.3.2021, a partire dalle ore 15:00 e tratterà il tema: "Un DNA digitale per fronteggiare le emergenze: strumenti di apprendimento e di analisi per gestire la propria presenza on line"
La presenza on line rappresenta un elemento basilare per affrontare le sfide della modernità e della pandemia che sta interessando il nostro Paese. L'incontro, pertanto, prevede una panoramica sulle necessità e strategicità di rafforzare le proprie conoscenze in ambito digitale per dotare la propria azienda degli asset oramai determinanti per competere sul mercato, includendo un quadro dei principali strumenti formativi gratuiti per rafforzare le skills digitali ed un'analisi di alcuni strumenti per valutare l'efficacia dei propri presidi on line.

I successivi appuntamenti in programma:

Giovedì 25 marzo ore 15,00
“Costruire una prima presenza online senza intermediari partendo da zero”

Giovedì 8 aprile ore 15,00
“Costruire e rafforzare la propria comunicazione online: SEO e Content Strategy con focus su strategie local e temi di valore in risposta al Covid”


Foggia: percorso formativo Eccellenze in digitale

Inizierà martedì 16 marzo, per le aziende di Capitanata, il percorso formativo in materia di digitale realizzato dal Pid (Punto di Impresa Digitale) della Camera di commercio di Foggia.

Si tratta di una serie di webinar gratuiti realizzati nell’ambito del programma "Eccellenze in Digitale", un programma nazionale pensato da Unioncamere, con il supporto operativo di Google e lo sviluppo sui territori dei Punti di impresa digitali delle Camere di commercio.

La partecipazione ai webinar è aperta ad imprenditori, dipendenti, liberi professionisti e studenti.

I webinar di approfondimento saranno incentrati sugli strumenti a disposizione delle imprese per migliorare e gestire al meglio la propria presenza web per fronteggiare l’emergenza e per cogliere le opportunità imprenditoriali post Covid. Dall’analisi di contesto, alla individuazione di potenziali target, alle piattaforme utili per creare il proprio business digitale.

Tutte le informazioni relative al percorso Eccellenze in Digitale 2021 e le modalità di registrazione ai webinar sono consultabili sul sito istituzionale dell’Ente (https://www.fg.camcom.gov.it/assistenza-alle-imprese/innovazione-e-digitale/pid-punto-impresa-digitale/eccellenze-digitale-2020).

Il primo webinar, martedì 16 Marzo alle ore 15:00, avrà come tema:
“Costruire una prima presenza online disintermediata partendo da zero e farsi trovare”.

Per partecipare al webinar è necessario registrarsi, entro lunedì 15 Marzo.

Oltre al programma di incontri già calendarizzato, sarà possibile ricevere gratuitamente assistenza personalizzata sui temi del Digital Marketing. I Digital Promoter del PID sono disponibili via web per incontri one-to-one in cui fare un’analisi della presenza online aziendale, supportare l’impresa nel pianificare la propria strategia di Digital Marketing e muovere i primi passi sul web.
Per prenotare un appuntamento con i Digital Promoter PID è necessario inviare una mail a [email protected] specificando i dati di contatto, l’azienda e i temi su cui si richiede il supporto.

 

 

 

 


Lecce: bando multimisura di 790mila euro in voucher

La Camera di commercio di Lecce ha presentato agli imprenditori del Salento, nel corso di un incontro on line tenutosi nel pomeriggio di oggi e che ha visto la partecipazione di Paolo Foresio, Assessore allo sviluppo economico del Comune di Lecce, il nuovo bando multimisura che prevede uno stanziamento complessivo di 790.000,00 euro da erogare alle micro, piccole e medie imprese salentine sottoforma di voucher – contributi a fondo perduto.

Il bando si snoda attraverso 4 linee di intervento:

  • Innovazione e digitale;
  • Internazionalizzazione;
  • Formazione lavoro;
  • Turismo ed industria culturale.

La finalità comune alle 4 misure è sostenere il sistema economico salentino, favorirne la tenuta e la ripartenza, contrastando le conseguenze derivanti dall’emergenza sanitaria tutt’ora in corso e migliorando le componenti strutturali e le performance operative delle imprese, in prospettiva post-emergenziale.

La Camera di commercio, dopo il bando “Salento Riparte”, che ha contribuito con 500.000,00 euro a ristorare quanti, a causa dell’emergenza sanitaria, hanno dovuto far ricorso al credito, lancia oggi un bando multimisura, che prevede uno stanziamento ancora maggiore – commenta Vincenzo Benisi, Commissario straordinario della Camera di commercio di Lecce - La pandemia ha mostrato una duplice valenza; da un lato ha inferto durissimi colpi alla nostra economia, alle nostre imprese, dall’altro sta delineando una mappa chiarissima delle opportunità che non possiamo lasciarci sfuggire, facendoci comprendere quali sono i punti deboli su cui intervenire per evitare in futuro altre criticità e quali sono i punti di forza su cui far leva per una maggiore spinta verso la ripresa del sistema, una tra tutti la diffusione della cultura e della pratica digitale tra le imprese dei diversi settori economici per la quale, già da alcuni anni, opera attivamente il nostro PID – Punto Impresa Digitale. Ma non è tutto. Con questo bando promuoviamo l’inserimento di figure professionali capaci di innovare i processi aziendali, contribuiamo alla messa in sicurezza delle imprese turistiche, supportiamo il turismo culturale ed enogastronomico, intendiamo rafforzare la capacità delle imprese di operare sui mercati internazionali. Sono convinto che questo cospicuo e sfaccettato investimento porterà al territorio salentino importanti ritorni, che valuteremo e rivaluteremo nel tempo e che impatteranno molto positivamente su quel percorso di rinascita cui tutti aspiriamo e di cui tutti dobbiamo essere artefici.”

Il bando è consultabile on line, sul sito camerale www.le.camcom.gov.it e le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 8:00 dell’8 marzo 2021, esclusivamente in modalità telematica e secondo le indicazioni contenute nella nota tecnica.

“L’incontro di oggi ha registrato un gran numero di partecipanti e grande è stato l’interesse dimostrato già in questa prima fase di presentazione del bando multi misura; esso rappresenta l’evoluzione dei precedenti bandi voucher PID, voucher Alternanza scuola lavoro e del bando “Salento Riparte” che sta per chiudersi – ha dichiarato Francesco De Giorgio, Segretario Generale dell’ente camerale - Abbiamo elaborato un pacchetto di aiuti attentamente valutati nella formulazione e nelle finalità, pensati per essere quanto più possibile rispondenti alle esigenze manifestate dal territorio nell’attuale contesto ed anche in linea con la programmazione nazionale ed europea. La scadenza delle varie misure è fissata al 30.06.2021, ma potrebbero chiudersi molto prima in caso di esaurimento dei fondi; invito pertanto gli interessati ad attivarsi per tempo. Ricordo che, per garantire la sicurezza, i referenti camerali possono essere individualmente contattati per via telematica, così come telematicamente è fruibile la maggior parte dei servizi e la presentazione della richiesta”.

Per scaricare il bando: https://www.le.camcom.gov.it/P42A3364C71S95/BANDO-MULTI-MISURA-2020-2021.htm

Info: contributi[email protected]

Per il bando PID: [email protected]

 

 


Il Registro delle imprese compie 25 anni_il big data unico su 6,1 milioni di imprese italiane

Il Registro delle imprese, l’anagrafe digitale ufficiale di tutto il sistema imprenditoriale italiano, compie 25 anni. Era il 19 febbraio 1996, infatti, quando tutte le funzioni svolte dalle Cancellerie Commerciali dei Tribunali furono assegnate alle sole Camere di commercio. Il risultato di questo trasferimento di competenze è stato la nascita di un registro interamente digitalizzato, con il quale oggi le Camere di commercio, tramite la rete tecnologica gestita da InfoCamere, raccolgono e archiviano con alti standard di qualità, sicurezza, tempestività, completezza e accessibilità, tutte le informazioni e notizie riguardanti 6,1 milioni di imprese, 10 milioni di amministratori, 1,3 milioni di professionisti italiani.

Un enorme big data, che viene continuamente migliorato per rendere più facile l’accesso alle informazioni e che viene interpellato milioni di volte ogni anno, rilasciando in media 23 milioni di visure, 144mila delle quali in inglese a beneficio di operatori internazionali interessati a tessere rapporti di collaborazione con aziende italiane. Uno strumento che può rappresentare la base per semplificare ancora molte procedure.

“Il Registro delle imprese”, commenta il presidente di Unioncamere, Carlo Sangalli “è il più importante punto di riferimento informativo del sistema imprenditoriale del nostro Paese. È un fondamentale strumento di legalità per l'economia ed è al contempo una fonte preziosa di informazioni chiare ed accessibili sul nostro mondo produttivo. Informazioni che oggi sono sempre più indispensabili alle imprese per pianificare in maniera consapevole le proprie strategie di sviluppo e individuare nuovi percorsi di crescita”.

 


Premio Imprese Ambiente_ cerimonia di premiazione venerdì 19 febbraio

A pochi giorni dall’istituzione del Ministero della Transizione Ecologica, 126 imprese sostenibili concorrono per l’VIII edizione del Premio Imprese Ambiente, Al bando promosso dalla Camera di Commercio di Venezia Rovigo, con la collaborazione di Unioncamere e il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e chiusosi lo scorso ottobre, hanno risposto imprese provenienti da 17 regioni d’Italia, le stesse che venerdì 19 febbraio - ore 14.30 si collegheranno alla cerimonia di premiazione in diretta da Venezia per conoscere i nomi dei vincitori dell’edizione dell’anno del Covid-19.

L’evento trasmesso in diretta sul canale YouTube https://youtu.be/3BRumAUeAgE e visibile anche sulla pagina Facebook della Camera di Commercio di Venezia Rovigo e sul sito del Premio https://www.premioimpresambiente.it/, insieme ai saluti di Carlo Sangalli, presidente Unioncamere, Massimo Zanon, presidente della CCIAA di Venezia Rovigo e Massimo Gaudina, rappresentante e portavoce Commissione europea a Milano, ospiterà gli interventi di Marco Frey, docente della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e presidente della giuria del Premio Impresa Ambiente e Claudia Fusco, Capo unità Commissione europea - Direzione generale ambiente. Quest’ultima, considerato il contesto di estrema incertezza economica legato al Covid-19, si soffermerà sui driver di sviluppo su cui punta l’Unione Europea, ricordando che circa 80 miliardi di euro, dei 209 complessivi del Recovery Fund messi a disposizione dell’Italia, saranno destinati ad interventi per il così detto “Green deal”.

A tal riguardo, dal Rapporto “Green Italy 2020” di Fondazione Symbola – Unioncamere, emerge che le imprese che hanno effettuato investimenti nel green e nell’innovazione registrano nel 2020 performance migliori in termini di fatturato, impatto occupazionale, esportazioni rispetto alle imprese che non hanno investito, analogamente le imprese “green” manifestano maggiore fiducia nelle aspettative future post Covid-19.

Alle imprese finaliste verrà assegnato un premio per le quattro categorie previste: 1) Migliore Gestione, 2) Miglior Prodotto, 3) Miglior Processo/Tecnologia, 4) Migliore Cooperazione Internazionale. È inoltre previsto un “Premio Speciale Giovane Imprenditore”, riservato a titolari o dirigenti d'impresa under 40 (già in gara per una delle quattro categorie), che si siano distinti per spiccate capacità imprenditoriali, innovazione ed attività di ricerca nell'ambito dello sviluppo ecosostenibile.

Attivo dal 2006 il Premio Impresa Ambiente è stato assegnato finora a 32 imprese, tra cui 5 giovani imprenditori e dirigenti d’azienda under 40 e un’azienda - la Sotral SpA di Torino - che si è aggiudicata l’EBAE 2006.